martedì 7 dicembre 2010

Siena e la qualità della vita? C'è poco da stare allegri, commenta il PdL

In una nota il partito di Berlusconi segnala le "scivolate" nelle classifiche per categorie

SIENA. Ma siamo sicuri che nell’indagine del Sole24Ore che piazza Siena al quinto posto in Italia per qualità della vita sia tutto oro quello che luccica? Per il Coordinamento comunale del Pdl no, niente affatto, i dati parlano chiaro e vanno letti con attenzione. La classifica del Sole parla infatti di qualità della vita che viene stilata assumendo vari parametri. In questo senso è vero che ci spingono in alto volontariato, ambiente e tempo libero. Rimane però altrettanto vero che su marcatori fondamentali come sicurezza, affari, lavoro e tenore di vita, per non parlare di un andamento demografico che mostra l’invecchiamento sensibile della popolazione, Siena sta crollando letteralmente a picco.
La rilettura della classifica passa per i numeri: sulla sicurezza, ad esempio, rispetto allo scorso anno, Siena perde 27 posizioni passando dalla quinta alla trentaduesima. La colpa, ci dice il Sole24Ore, è soprattutto dei reati contro la persona e le violenze sessuali. Anche nella categoria dell’ordine pubblico la classifica colloca Siena in 46esima posizione, 22 posti più indietro rispetto allo scorso anno, con un territorio che appare vessato da furti d’auto e negli appartamenti, oltre che da estorsioni e truffe.
Tutto qui? Macché, caduta libera (30 posizioni) anche per i marcatori del capitolo affari e lavoro, sui quali Siena passa dal 3° al 33° posto, mentre c’è poco da stare allegri anche sul fronte del tempo libero, con Siena che perde tre posti (dal 2° al 5°) nella categoria degli investimenti nella cultura. Il Sole24Ore ci dice anche che il benessere sta diminuendo, con 39 posizioni perdute per quanto riguarda il tenore di vita, in cui Siena passa dal 52° al 91° posto fatta eccezione per i depositi bancari, unica voce in aumento.
Il lato politico della questione è che complessivamente Siena arretra, e nemmeno poco, sui capitoli che riguardano più strettamente il governo del territorio. Poco conta che la Siena sia prima tra le città toscane, se poi chi amministra il territorio, ovvero la sinistra, si dimostra incapace di puntare alto sui parametri che garantiscono la qualità della vita quotidiana sì, ma quella dei cittadini, non dei potentati rossi.

Il popolo delle Libertà
Coordinamento comunale - Siena